Wallpaper / – I buffi cartoons di Chicho21net :)

chico21

Quella di Chicho21net su deviantART è una delle collezioni grafiche di sfondi più dolci e buffe proposte dal sito. Chicho propone una serie di numerosi e originali personaggi adattissimi al desktop del computer dei più piccoli, tutti con molto divertenti e con espressioni tenerissime, forniti in colori vivaci e brillanti.

Tra le tantissime proposte, spiccano:

L’intera galleria, con altri sfondi proposti come questi ad alta risoluzione e anche per widescreen, la trovate a questo link. Ottimi per desktop allegri e per i computer dei bambini.

“Firefox Pronounce”: un plug-in della Webster per migliorare il nostro inglese

ff-pron

La Merriam-Webster (di cui ho parlato in questo post) è una delle firme più autorevoli nel campo dello studio della lingua inglese. Alcuni sviluppatori hanno pensato di utilizzare il database vocale del suo dizionario elettronico per regalarci un tool davvero molto utile: Pronounce.

Si tratta di un’estensione gratuita per Firefox – compatibile anche con Firefox 3 – che consente di ascoltare la pronuncia perfetta di ogni parola inglese cliccata direttamente dal nostro browser. Usarla è semplicissimo e possiamo scegliere vari metodi:

  1. installato l’add-on da questo link, riavviamo Firefox, selezioniamo la parola e clicchiamoci su col tasto destro scegliendo l’opzione “Pronounce” dal menù che verrà visualizzato
  2. sempre selezionando la parola, scegliamo il percorso “Strumenti > Pronounce
  3. clicchiamo col tasto destro sulla toolbar di Firefox in corrispondenza delle voci di menù e scegliamo “Personalizza“: tra le icone visualizzate, troveremo un piccolo smiley (nella foto) che ci basterà trascinare sulla toolbar; per ascoltare la pronuncia della parola scelta, la selezioneremo e cliccheremo l’icona

Scegliendo quest’ultima modalità, come ho evidenziato nella foto sarà anche possibile inserire qualunque altra parola nel database di Pronounce: basterà cliccare lo smiley e si aprirà un pop-up in cui digiteremo il termine in lingua inglese dando l’ok. Un ottimo e preziosissimo tool completamente gratuito utilissimo da installare anche nei computer delle scuole. Per la qualità della pronuncia dei termini, se non conoscete già il valore della Webster, andate a colpo sicuro :P parola di prof.

{via Geekissimo}

Due addii alla Microsoft: “Windows XP” e Bill Gates

gates-xp

In questi giorni alla Microsoft ci sono grossi cambiamenti: non soltanto il fortunato e robusto Windows XP non verrà più commercializzato sui nuovi computer – pur continuando a usufruire del supporto fino al 2014, ma come aveva annunciato tempo fa Bill Gates ha lasciato l’azienda per andare in “pensione” e dedicarsi completamente a operazioni filantropiche con la sua Bill and Melinda Gates Foundation, che tra i meriti annovera quello di promuovere il vaccino tra centinaia di bambini africani e che si prefigge di diffondere nei paesi poveri l’uso delle nuove tecnologie.

Che ci piaccia o meno, Bill Gates ha cambiato davvero il modo quotidiano di lavorare e di socializzare di mezzo mondo portando i computer in tutte le case e influenzando l’evoluzione dell’informatica per renderla personale. Il rimprovero più aspro che gli si muove contro è quello di aver monopolizzato l’industria dei computer soffocando i vari sistemi operativi che avrebbero potuto fargli concorrenza, ma per fortuna la Apple ha rialzato la testa godendo mai come ora di un’ondata di popolarità, e così Linux, permettendoci di poter guardare oltre verso il lavoro di tantissimi sviluppatori.

Dieci anni fa, al lancio di Windows 98, Bill Gates dichiarò: “Il personal computer e Internet saranno fondamentali. Non lo sono ancora, ma siamo certamente su questa strada, e sarà come con l’automobile”. E così è stato, per tutti noi, rivoluzionando davvero le nostre vite, il nostro tempo, il nostro modo di lavorare, di comunicare e di insegnare. Ecco un bel video trovato su YouTube che ripercorre i desktop che hanno segnato la storia del sistema operativo più diffuso al mondo, quello dai suoni ormai familiari e con cui abbiamo iniziato tutti a muovere i nostri primi click: