“ScreenMarker”: ottimo tool per scrivere anche online su desktop, documenti e PowerPoint

screenmark

“ScreenMarker” è un tool per Windows davvero molto utile e completamente gratuito che consente in maniera molto facile e intuitiva di scrivere e disegnare sullo schermo del nostro computer trasformando il nostro schermo in una vera e propria lavagna interattiva.

Avviato il programma con un semplice doppio-click sull’icona, verrà raffigurata una barra degli strumenti di disegno disponibili:

  1. un pennarello, un tool per tracciare linee rette, due rettangoli e cerchi pieni e vuoti, questi ultimi ottimi per incorniciare una porzione dello schermo (come nella foto il logo di Google)
  2. una gomma per cancellare le aree disegnate in modo selettivo e una X per cancellare tutto
  3. un piccolo riquadro che visualizza il tool attivo in quel momento, il colore trasparente, una palette di colori e 5 dimensioni per il pennarello con cui scrivere e disegnare

Per disattivare momentaneamente il programma e tornare ad operare sul nostro desktop regolarmente con tastiera e mouse, basterà cliccare l’icona a forma di cursore. Per scrivere, basterà cliccare l’icona accanto a forma di pennarello o qualunque altro tool che ho descritto nel punto 1.

Screen Marker funziona perfettamente con qualunque cosa visualizzata sul desktop: foto, video, finestre attive. Ottimo in riunioni o lezioni per illustrare ed evidenziare dati e contenuti di PowerPoint e documenti senza andare minimamente ad intaccare il file preparato e senza mai più utilizzare quelle antipatiche pennette laser. Indicatissimo anche per i corsi ECDL e l’apprendimento delle nozioni informatiche di base.

Imperdibile e da consigliare.

download

"Yahoo! Glue": motore di ricerca con foto, video e articoli in una sola pagina

Yahoo!Glue

Yahoo! ha da poco lanciato in versione beta un motore di ricerca davvero molto pratico: si chiama Glue (colla) e mostra i risultati in vari formati multimediali e raccolti in un’unica comoda pagina.

Il servizio è ancora in beta e in fase di lancio negli Stati Uniti e in India ed è per ora basato su alcune parole chiave e un numero ristretto di categorie, ma rende pienamente l’idea di quello che sarà il progetto definitivo. I siti da cui trae i dati sono Wikipedia, Answers, YouTube, How Stuff Works, e numerose testate giornalistiche e siti che ospitano immagini.

Da tenere d’occhio.