“Powerset”: eccellente tool per esplorare Wikipedia in modo più produttivo

powerset

Wikipedia è un sito che moltissimi conoscono, ma che altrettanto in moltissimi, soprattutto studenti, non sanno utilizzare a dovere limitandosi semplicemente a copiare-e-incollare i testi. In attesa delle prime lavagne interattive, che mi auguro gli insegnanti decideranno di adoperare pienamente per diventare dei veri facilitatori nell’uso delle nuove tecnologie e indirizzare i ragazzi ad acquisire la conoscenza tramite le giuste modalità e i giusti canali, segnalo questo bellissimo sito che utilizzo già da tempo e che può tornare utile ai tanti studenti prossimi all’esame di stato o ai primi esami universitari.

Si chiama “Powerset” ed è disponibile perfino come web app per iPhone. E’ uno strumento di mediazione intelligente dei contenuti di Wikipedia e propone un modo diverso e più costruttivo con cui navigare dentro il gran mare di informazioni che offre il sito. Digitato il nostro argomento, avremo a disposizione un database ragionato e suddiviso in varie sezioni, con tags e addirittura percorsi tematici già ben strutturati e pronti da personalizzare. Ecco un breve video tutorial che ne illustra le funzioni principali:

Eccone dunque qualche caratteristica più in dettaglio:

  1. ogni articolo ha un box laterale, l’Article Outline, con una sintesi del contenuto per titoli di paragrafi e con la modalità “Show Factz” che presenta i fatti ancor più nei dettagli
  2. tramite il box “Find” dell’Outline è possibile digitare un termine chiave e ritrovarlo evidenziato immediatamente nell’articolo
  3. la barra “In this article” in alto nell’articolo presenta la sezione “Links” con tags collegati al punto esatto del testo in cui sono trattate, “Images” che isola in un sol colpo tutte le immagini presenti nell’articolo, e “Factz” – utilissima opzione che divide l’articolo per sostantivi e per verbi, davvero ottimo per gli studi in lingua inglese; per chiudere le varie sezioni basta ricliccarle
  4. “From the web”, sempre sulla barra, offre collegamenti esterni a immagini e video tratte dalla rete direttamente consultabili nella pagina
  5. “Highlight” è infine un minuscolo ma importantissimo tool presente in un’icona dell’Outline accanto alla modalità “Show outline/factz” che permette di evidenziare frasi e paragrafi dell’articolo per conservarlo così tra i nostri preferiti oppure inviarlo via email (l’URL dell’articolo cambia via via in base all’uso dell’evidenziatore)

Un sito veramente fatto bene, per ora disponibile solo in lingua inglese e quindi collegato a Wikipedia.org, che consiglio a studenti e soprattutto insegnanti. Veramente da sperimentare e da non perdere.

“Google Wonder Wheel”: nuovo tool di ricerca con le mappe interattive

googlewonderwheel

clicca per vedere l’esempio

Google continua a sfornare modalità di ricerca sempre più coinvolgenti e lancia il nuovo strumento “Wonder Wheel”, per ora disponibile solo in Google.com ma per questo già utilissimo a chi si occupa di lingua inglese ed è in questi giorni alle prese con tesine d’esame ed approfondimenti.

Il tool visualizza i risultati in una mappa concettuale interattiva con voci via via sempre più dettagliate, fornendo i risultati in una colonna separata. E’ perciò possibile in ogni momento sia tener traccia delle varie voci di ricerca cliccate nel grafico o della varietà di voci disponibili che potrebbero interessarci, sia della primissima voce di ricerca che resta ferma nella mappa. Nella foto, una ricerca fatta partendo dal termine “London“.

Per raggiungere la modalità “Wonder Wheel“, basta seguire questi semplici passaggi:

  1. da Google.com digitiamo il nostro termine di ricerca
  2. nella nuova pagina, clicchiamo “Show options” mostrato sotto il logo
  3. dal menù laterale, clicchiamo “Wonder wheel” nella sezione Standard view

Ottimo e consigliatissimo a insegnanti e studenti.