“Burj Dubai”: oggi l’inaugurazione del grattacielo più alto del mondo

burj dubaj

clicca qui per ingrandire a 1000px × 1500px

Dopo 5 anni di duro lavoro da parte di un esercito di oltre 12,000 operai, lo sceicco Mohammad Al Maktum tocca oggi – è il caso di dire “letteralmente” – il cielo con un dito: in queste ore verrà infatti inaugurato l’edificio più alto del mondo, il Burj Dubai (“torre di Dubai”).

Con i suoi 818 828 metri di vetro e acciaio, più di 160 piani, 58 ascensori, una spettacolare terrazza panoramica, appartamenti di lusso ed hotel disegnati e arredati dal nostro Giorgio Armani, il colosso segnalerà al mondo la nota opulenza dell’Emirato pur in tempo di crisi con la sua possibilità di essere visto fino a 95 chilometri di distanza. Prezzo del gioiello: tra gli 1 e i 3 miliardi di euro…!

Per saperne di più:

  1. il sito ufficiale della torre, molto lento da caricare in queste ore (per un’anteprima, vi rimando a questo breve video della CNN che ne mostra un estratto)
  2. The Observation Desk, esclusiva galleria di foto per provare l’ebbrezza di affacciarci alla incredibile terrazza panoramica (qui anche un video)
  3. Fact File da Gulfnews.com con l’elenco di tutti i record della torre e particolari sulla sua costruzione
  4. Cleaning the Burj Dubai, simpatica carrellata sui pulitori di vetri che con imponenti macchinari si occuperanno di tener brillanti i vetri di questo colosso
  5. Skyscraper.org, con un grafico interattivo col Burj Dubai paragonato ad altri altissimi edifici costruiti nel tempo
  6. Reuters.com, un’ottima scheda informativa
  7. il sito Burj Dubai Skyscraper, con tantissime foto: la cronologia in immagini delle varie fasi di costruzione della torre, dettagli sugli appartamenti di lusso progettati dal nostro grande Giorgio Armani, e per i più appassionati, perfino un modellino di carta da scaricare-e-incollare
  8. bella stampa (1417px × 805px) per avere un’idea del panorama mozzafiato della città

Ricordo che è possibile seguire l’inaugurazione sulla CNN, disponibile online qui.
Se l’altra faccia della storia, va registrato, conta però pagine tutt’altro che fiabeschi – operai pagati meno di 3 euro al giorno, più di 12mila tonnellate al giorno di ghiaccio per avviare l’aria condizionata in tutti i più di 900 appartamenti della torre, spreco di milioni di litri d’acqua desalinizzata – , il Burj Dubai segna comunque un leggendario traguardo nella storia dell’architettura moderna.

Update: il video dell’inaugurazione:


zoom

Google ricorda Sir Isaac Newton con un originale logo animato :)

google newton

Buon anno e bentornati su QuickTips! Quest’oggi ai naviganti in rete Google ha riservato una sorpresa davvero senza precedenti: non solo uno dei suoi ormai celebri loghi  riveduti-e-corretti per un’occasione speciale, ma anche simpaticamente animato da una bella mela che cade dal ramo. Il tutto celebra l’anniversario della nascita del grande Isaac Newton e la sua legge di gravità ideata appunto dalla caduta della proverbiale mela sulla testa.

La storia della mela in realtà pare sia solo un ritocco del vero episodio narrato da Newton stesso – era seduto ad una finestra della sua casa e vide una mela cadere dall’albero – , ma  il suo fascino l’ha legata per sempre alla storia personale del grande fisico e matematico inglese tanto da intitolare perfino un programma televisivo americano dedicato alla scienza (Newton’s Apple, curato dalla PBS: date un’occhiata al sito ufficiale perché è pieno di bellissimi video).

Sulla mela di Newton segnalo anche un paio di vignette davvero esilaranti di uno dei miei cartoonist preferiti, Mark Parisi, un’ottima pagina biografica dedicata a Newton da Londraweb e un poster - disponibile anche per la vendita – che consiglio come spunto per una simpatica biografia dello scienziato da organizzare con alunni di scuole elementari e medie:

  1. “Il pro-pro-pro-pro-pronipote di Isaac Newton” :)
  2. “L’albero …genealogico” :)
  3. biografia in italiano su Londraweb
  4. il poster