About

mydocs

quick·tips” è un’espressione inglese utile ed efficace
che significa “piccoli consigli” e “brevi suggerimenti”.

Mi chiamo Anna e insegno Lingua e Letteratura Inglese nelle scuole superiori. Sono appassionata da sempre di tecnologie informatiche e nel gennaio 2007, su un’altra piattaforma online e come sito privato, ho creato QuickTips, un piccolo blog di appunti, strumenti online e risorse didattiche per gestire in maniera più ordinata i tanti link raccolti nella rete, utili nella mia attività e salvati tra i miei “preferiti”.

Essendo diventati col tempo davvero molti, ho deciso di condividerli e rendere il blog pubblico trasferendolo sulla piattaforma WordPress dell’utile circuito educativo internazionale “Edublogs” che aggrega siti e blog di insegnanti ed educatori di tutto il mondo strettamente concentrati sul mondo dell’istruzione. Le tante risorse segnalate sono perciò dal 1° marzo 2008 a disposizione di chiunque per fornire un piccolo appoggio a insegnanti, studenti o appassionati del web poco esperti di informatica ma curiosi di approfondire l’e-learning o semplicemente migliorare l’uso del computer e di Internet e scoprire nuove utilities per gestire i propri files, il proprio blog, per migliorare la didattica e ampliare la navigazione nel web.

Pur occupandosi prevalentemente di strumenti per lo studio, la ricerca, la scuola e l’insegnamento soprattutto dell’inglese con abilità integrate, per i più piccoli e per gli alunni con difficoltà di apprendimento (categorie EFL), QuickTips integra altre categorie di cui sono appassionata come la grafica, il fotoritocco, il mondo Mac, e programmi utili per migliorare o facilitare l’uso del computer, includendo anche alcune piccole collezioni:

  • i Wallpapers, sfondi per il desktop
  • i Tiny Games, piccoli giochi e passatempi online
  • Webcomics, il mondo davvero sorprendente delle vignette pubblicate su web, soprattutto quelle ispirate all’informatica

QuickTips è un blog privo di pubblicità a scopo di guadagno, non integra perciò adSense pubblicitario e non accetta soldi.

Creative Commons License

E’ pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Chi scrive, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini sono tutte royalty-free e i prodotti multimediali segnalati sono tratti direttamente dal Web. Il blog contiene anche screenshots di software protetti da copyright utilizzati solo per “finalità illustrative e per fini non commerciali“, in accordo all’ art. 70 della Legge n.633 del 22.04.1941 e successive modifiche nella Legge n.128 del 22.05.2004. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d’autore, si prega di avvisare lasciando un messaggio nei commenti per la loro immediata rimozione.
Print Friendly


13 Responses to “About”

  1.   nilocram Says:

    Ciao, volevo segnalarti Malted (Multimedia Authoring for Language Tutors) un programma autore per la creazione di unità didattiche multimediali.
    Si tratta di un programma open source distribuito dal ministero dell’istruzione spagnolo. attualmente viene utilizzato soprattutto per l’insegnamento dell’inglese.

    Puoi trovare informazioni più dettagliate a quest’indirizzo:

    http://nilocram.altervista.org/spip/article.php3?id_article=121

  2.   anna Says:

    ciao, ti ringrazio tanto della utilissima segnalazione…
    “…copiare e distribuire Malted non è reato e c’è anche il rischio di imparare un po’ di inglese” ;) speriamo

  3.   Fabio Giannotti Says:

    Ciao, mi chiamo Giannotti Fabio.
    Vorrei proporti una cosa in privato. Sarebbe possibile contattarti tramite email?
    Nel caso in cui tu non voglia pubblicarla, puoi utilizzare quella da me inserita nell’apposito campo per contattarmi. Ti ringrazio in anticipo. Fabio

  4.   anna Says:

    ciao, ti ho risposto all’indirizzo email che mi hai segnalato. grazie e un saluto.

  5.   giannisonottimista Says:

    ciao anna ho bisogno di parlarti, mi rispondi alla mia email? io non ho la tua grazie

  6.   anna Says:

    ciao gianni, ti contatto in giornata. grazie a te.

  7.   URUK Says:

    Comunico di essere quasi giunto
    CON ESTREMA SODDISFAZIONE E SPREZZO DEL PERICOLO
    alla fine del clone completo e perfettamente funzionante del blog di maestroalberto
    mi manca giusto un sistema che aggiorni automaticamente il blog
    ma ci sono quasi.

    HIHI

  8.   anna Says:

    puoi clonare il mio :P così almeno riuscirò ad appoggiare il mio blogghetto spelacchiato su una piattaforma meno lenta di edublogs su wordpress, che è bella ma che ogni tanto si inceppa

  9.   Balbuzie News Says:

    Salve.
    La redazione di Balbuzie News vorrebbe porre alla Vostra attenzione un’iniziativa promossa dall’Associazione Vivere Senza Balbuzie Onlus.
    Si tratta di una guida gratuita mirata a sensibilizzare gli insegnanti che si trovano spesso impreparati di fronte ad un alunno balbuziente, causando, anche involontariamente, disagi o traumi che possono condizionare la vita dell’alunno da adulto. Abbiamo dunque voluto creare una guida pratica sui comportamenti dei balbuzienti a scuola, sugli atteggiamenti da assumere e da evitare per trattare nel miglior modo possibile chi soffre di balbuzie.
    Ci battiamo da anni dedicando il nostro tempo alla sensibilizzazione mediante il sito BALBUZIE NEWS e la presente guida dedicata agli insegnanti vuole essere un ennesimo sforzo per sensibilizzare e far passare le giuste informazioni.
    Con la presenza di un balbuziente nella trasmissione X-Factor di RaiDue si è persa una buona occasione per sfatare molte credenze e fare più chiarezza sul disturbo, anzi, si è fatto in modo che certi luoghi comuni passassero per certezze, aumentando così la “falsa convinzione” che la balbuzie sia un problema legato alla timidezza o alla troppa sensibilità e che bisogna commiserare chi ne soffre.
    Siamo certi che tra i Vostri lettori ci saranno anche tanti insegnanti, Vi saremmo dunque grati se ci aiutaste a far conoscere la nostra iniziativa, e sicuramente ne sarebbero ancora più grati gli insegnanti e gli alunni che ne trarrebbero giovamento.

    Cordialmente,
    La redazione di Balbuzie News
    http://www.balbuzie-news.it

    ——————————————————————————–

    BALBUZIE: GUIDA GRATUITA PER INSEGNANTI

    Arriva online la guida contenente tutti i consigli utili che bisogna sapere se sei un insegnante

    Le scuole di specializzazione per insegnanti non prevedono una preparazione né blanda né approfondita su come affrontare la balbuzie in classe. Ma la balbuzie in classe c’è.

    L’Associazione Vivere Senza Balbuzie ha analizzato un campione di 30 studenti balbuzienti ponendo ad ognuno di loro una domanda: “in quale situazione sei sicuro di balbettare?”. La risposta unanime, come un coro di protesta, è stata: “a scuola”. Temutissima quindi la scuola da chi ha problemi di favella. I forum, luogo virtuale di scambio di opinioni su internet pullulano di racconti di studenti in preda al panico che denunciano spesso la loro paura davanti all’immagine di una futura interrogazione, in qualche caso anche qualche ingiustizia subita.

    “Ho raccolto tutte le informazioni su questo argomento e realizzato una guida estremamente pratica per gli insegnanti” – afferma Enzo Galazzo e aggiunge – “abbiamo deciso di renderla disponibile a tutti gratuitamente online proprio nella convinzione che l’informazione possa aiutare tanto e costituire un vero segnale di progresso“.

    La guida è scaricabile gratuitamente dal forum del nostro blog: http://www.balbuzie-news.it/forum/guida-gratuita-per-insegnati-f26

  10.   anna Says:

    salve, grazie dell’utile segnalazione :) un saluto cordiale

  11.   nazaxx Says:

    Ciao seguo da tempo il tuo blog e avrei una proposta di collaborazione da chiederti in privato. Mi contatti tu? Non trovo la mail

  12.   anna Says:

    certo, ti scrivo subito :)

  13.   Federica Says:

    Ciao! Ho trovato questo blog molto interessante e vorrei proporti una collaborazione editoriale. Se ti interessa mi contatteresti via mail?
    Buon lavoro,
    Federica

Leave a Reply