“Coloring Pages 24″: tanti bei disegni pronti da stampare e colorare

coloring pages 24

“Coloring Pages 24″ è un bellissimo e vasto sito pieno di pagine gratuite da stampare e colorare.

E’ diviso in comode categorie che comprendono tante aree tematiche come animali, scuola, paesaggi, monumenti famosi, sport o professioni, e ogni disegno è corredato da una piccola applicazione interna per determinare in pochi click la grandezza (in pollici, pixel o cm) e la qualità di stampa richiesta per il disegno.
Tra le tantissime sezioni, spiccano per i più piccoli eroi dei cartoon e fumetti come i Simpson, Hello Kitty, i personaggi della Disney Pixar, ma anche disegni educativi molto utili come le parole inglesi, i numeri e le lettere.

La sezione Favorites visualizza le 30 immagini più cliccate, Monthly Pic riporta un disegno scelto mensilmente mentre la casella Search in alto a destra consente di digitare in lingua inglese un vocabolo per una ricerca diretta. Un sito molto carino e utile per genitori e insegnanti.

vedi anche i post “Stampa e Colora”, “Printable Alphabet Letter”, “Edupics”, “Color Me Good”, “Print Factory”,
Create & Color”, “Coloring Site”, “Fisher Price” e “Coloring Planet

YouTube raggiunge 1 miliardo di visite al giorno

YouTube 1 billion

Il sito globale di YouTube è oggi agghindato per le feste: il logo infatti riporta un piccolo ma esauriente post-it bianco con l’autorevole cifra di 1 miliardo, quanto sono i video visualizzati quotidianamente da 1/6 dell’intera popolazione del pianeta.

A dare l’annuncio ci ha pensato il giovanissimo Chad Hurley, co-fondatore di YouTube assieme a Steve Chen e Jawed Karim, e che proprio 3 anni fa, come ricorda, ha venduto il sito ad un altro gigante del web, Google, per la considerevole cifra di oltre 1 miliardo e mezzo di dollari.
YouTube è stato fondato nel 2005 ed è cresciuto rapidamente soprattutto grazie al passaparola degli utenti. Purtroppo, pur svolgendo una meritevole funzione di utilità reale per visualizzare ricordi, bei video amatoriali o educativi, filmati divertenti, o per promuovere band, animatori e registi indipendenti, l’utilizzo errato da parte di tantissimi utenti ha prodotto comprensibili e molteplici critiche, soprattutto verso lo scarso livello di controllo del materiale proposto e della pessima abitudine, da parte dei nostri ragazzi, di filmare perfino la violenza gratuita…

Qualche curiosità sul sito più popolare del mondo:

  1. il primo video caricato su YouTube è stato “Me at the Zoo” di soli 18 secondi e girato allo Zoo di San Diego da uno dei fondatori del portale
  2. il video più visto in assoluto è da anni “Evolution of Dance”, con oltre 127 milioni di click
  3. la versione italiana di YouTube, nel 2007, è stata annunciata da una discussa animazione ad opera di Piero Tonin e che, per quanto ben realizzato, fa leva sui soliti stereotipi negativi legati al Bel Paese con l’immancabile richiamo a mafia e spaghetti….

Per vedere il logo celebrativo di YouTube, bisogna raggiungere la sezione globale del sito e impostarla in lingua inglese: ecco un più comodo link diretto.